Pubblicazione 007Francesco Scala al Vangelo

Autore: TEOBALDO RICCI
Edizioni: SAN PAOLO

«L'aspirazione più alta di san Francesco, il suo desiderio dominante, la sua volontà più ferma era di osservare perfettamente e sempre il santo Vangelo e di imitare fedelmente... la dottrina e gli esempi del Signore nostro Gesù Cristo. Meditava continuamente le parole del Signore e non perdeva mai di vista le sue opere» (Tommaso da Celano, Vita Prima). A conferma di ciò, attingendo abbondantemente alle fonti del francescanesimo, Teobaldo Ricci, in questo libro, che è stato definito da Raniero Cantalamessa «scavo regolare e continuo verso il "segreto" di Francesco», ci dà la sensazione per così dire visiva di come Francesco abbia sposato il Vangelo. In un tempo in cui pochi erano in grado di leggere, Francesco presenta il Vangelo attraverso l'esempio della sua vita, che molti hanno seguito e continuano a seguire, grazie alla sua perenne attualità: «Questo io voglio, questo io chiedo, questo bramo di fare con tutto il cuore!», aveva esclamato il Santo dopo aver ascoltato il brano evangelico della chiamata degli Apostoli e a tale proposito si mantenne fedele fino all'ultimo giorno.
In quest'opera, Francesco ci viene presentato come l'uomo che, giudicato «nuovo» ai suoi tempi, è del tutto «attuale» per noi; come colui che ha compreso e vissuto in modo insuperabile la povertà evangelica (nella parte dedicata alla povertà di Francesco il Ricci si dimostra particolarmente originale e penetrante); come I'«uomo divenuto orazione», a tal punto avendo fatto della sua vita un'orazione continua; e, infine, come lo «scriba», l'uomo saggio, che sa mettere in luce il vero significato del Vangelo, anche in quei passi che creano difficoltà al comune cristiano o allo stesso esegeta.

 

 

Per informazioni rivolgersi a :  Contatti