Pregare e' ...

Pregare e' ...

...incontrare Dio e sentire che lui ci ama infinitamente così come siamo
Pregare e' ...

Pregare e' ...

... dare il tempo a Dio e a se stessi
Pregare e' ...

Pregare e' ...

... tacere davanti a Dio e resistere al suo silenzio
1226, Francesco, quasi al termine della sua vita, dimora all’Eremo delle Celle di Cortona dove probabilmente detta il suo Testamento ...

IL TESTAMENTO DI FRANCESCO

... Prosegui la lettura

Scuola di preghiera 2020/2021

Scuola Di Preghiera 2020/2021

Il Credo della preghiera

Noi crediamo che...
La preghiera non è tutto, ma che tutto deve cominciare dalla preghiera.
La preghiera è la vita stessa di Dio perchè Dio è preghiera, è comunione d’amore.
La preghiera non è qualcosa di facoltativo ma di costitutivo del nostro essere più profondo perchè creati ad immagine di Dio: essa è la vocazione più profonda dell’uomo.
Pregare è incontrare Dio, è pensare che lui ci ama infinitamente così come siamo, è amarlo.
Gesù ha promesso lo Spirito Santo a coloro che lo chiedono al Padre.
La vocazione dell’uomo è di essere contemplativo per le strade del mondo.
La preghiera non ha bisogno di tante parole, perchè l’amore si esprime soprattutto nei fatti.
Si può pregare tacendo, soffrendo, lavorando, ma il silenzio, la sofferenza, il lavoro è preghiera solo se si ama.
Non sapremo mai valutare la validità della nostra preghiera, ma sentiamo di pregare se cresciamo nell’amore, nel distacco dal male e nella fedeltà alla volontà di Dio.
Impara a pregare soprattutto chi impara a tacere davanti a Dio e a resistere al suo silenzio.
Pregare è un dono gratuito di Dio da chiedere tutti i giorni.
Dare il tempo alla preghiera è dare il tempo a Dio e a se stessi.
Amare, pregare, non consiste nel sentire che si ama, ma nel voler amare (P. De Foucauld).
Nella preghiera bisogna perseverare senza vedere e ricominciare sempre, senza scopo, per niente, per Lui, in pura perdita.
Doniamo agli altri solo ciò che riceviamo da Dio.
Chi impara a pregare impara a vivere.

Tempi forti

Incontro del 23 gennaio 2021 a cura di fra Luigi Ruggiero

Incontro del 23 gennaio 2021 a cura di fra Luigi Ruggiero

S.AGOSTINO, LE CONFESSIONI
t'amo per amor tuo e t'amo in modo che,
se giammai un giorno Agostino fosse Dio e Dio fosse Agostino,
io vorrei tornare a essere quello che sono, Agostino,
per fare di te quello che sei, perché tu solo sei degno di essere chi sei.
Signore, tu lo vedi, la mia lingua vaneggia,
non so esprimermi, ma non vaneggia il cuore.
Tu vedi quello che io provo e quello che non so dirti.
Io ti amo, mio Dio, e il mio cuore è angusto a tanto amore,
e le mie forze cedono a tanto amore, e il mio essere è troppo piccolo per tanto amore.
Io esco dalla mia piccolezza e tutto in te mi immergo, mi trasformo e mi perdo.
Fonte dell'essere mio, fonte di ogni mio bene: mio amore e mio Dio
 

(Padre Ignacio Larrañaga)
Guardi e sei guardato, ami e sei amato.
La Presenza pura, nel silenzio puro
e nella fede pura,
consumerà un’alleanza eterna.
È il nulla. È il Tutto.
Tu sei il recipiente. Dio è il contenuto.
Lasciati riempire.
Tu sei la spiaggia. Lui è il mare.
Lasciati inondare.
Tu sei il campo. La Presenza è il sole.
Lasciati vivificare.
Resta così per lungo tempo….
Poi torna alla vita pieno di Dio.

Ascolta il file audio dell'incontro

Scarica il depliant della scuola di preghiera 2020/2021

Preghiera

Preghiera

Mistero

Mistero

Amore

Amore

Silenzio

Silenzio

Passione

Passione

Devozione

Devozione

Speranza

Speranza

Dedizione

Dedizione

logo